NOVITÀ

GUIDA ALLA LETTURA DELLA NORMA UNI 11673-1: POSA IN OPERA DI SERRAMENTI

MANUALE CHE SPIEGA COME INTERPRETARE CORRETTAMENTE LA NUOVA NORMA UNI 11673-1 CHE RIVOLUZIONA IL SETTORE DEL SERRAMENTO PER QUANTO RIGUARDA LA POSA DELLE FINESTRE.

DESCRIZIONE

Il 2 marzo 2017 è stata pubblicata la Norma UNI 11673: Posa in opera di serramenti – Parte 1 Requisiti e criteri di verifica della progettazione.


Questa norma era molto attesa perché era ormai evidente per tutti che la posa in opera era diventata il punto più critico nella realizzazione di una alta efficienza termoacustica dei serramenti; agli operatori del settore mancava però un quadro di regolamentazione preciso che definisse le modalità per ottenere questo risultato.


La Parte 1 della norma interviene proprio in questo contesto e definisce, assieme ad altri aspetti più o meno formali, 3 questioni molto importanti:

  • come si deve fare la progettazione dei giunti di posa al fine di avere dal giunto delle prestazioni non inferiori a quelle certificate per il serramento (Capitolo 5 - riservato principalmente ai progettisti)

  • come devono essere le caratteristiche dei materiali di sigillatura e riempimento (Capitolo 6 – riservato principalmente ai serramentisti e dai posatore oltre che ai produttori di materiali di sigillatura)

  • come risolvere le situazioni di criticità nel caso di sola sostituzione dei serramenti esistenti (Appendice B – riservata principalmente ai serramentisti e posatori che si occupano di riqualificazione del vano serramento)

In futuro usciranno altre due parti della norma che chiariranno:

  • quali saranno le modalità per la verifica e controllo delle prestazioni dei giunti di posa, sia in situ che preventivamente in laboratorio

  • quali saranno i criteri ed i percorsi formativi per la qualificazione della figura professionale dell’installatore

 

Come tutte le Norme UNI, anche questa non è obbligatoria: tuttavia ha il merito di definire finalmente, in modo chiaro e preciso, come deve essere progettata ed eseguita la posa e con quali materiali, al fine di non peggiorare le prestazioni dichiarate del serramento.
Questo significa che se un serramento è scadente anche la posa potrà essere scadente, ma se il serramento ha ottime prestazioni, anche la posa deve essere congruente.
Su questo punto la norma è molto chiara, infatti nel capitolo 1 riporta testualmente: “le metodologie descritte sono concepite per la verifica delle prestazioni dei giunti di installazione e della loro coerenza rispetto alle prestazioni dei serramenti”.
Con i chiarimenti forniti da questa norma sparisce dunque il concetto soggettivo di posa a “regola d’arte” e viene adottato uno schema preciso di “posa conforme ai requisiti della norma” che può essere adottato, oltre che per la corretta progettazione ed esecuzione della posa, anche per definire il capitolato di posa o per dirimere eventuali controversie.
Infatti utilizzando questa norma sarà più facile chiarire quali sono le prestazioni richieste al giunto di posa e, in caso di difetti di isolamento termoacustico o meccanici, sarà semplice capire se dipendono da un’errata progettazione o dall’utilizzo di materiali non conformi alle descrizioni riportate nella norma.

Quali sono gli attori coinvolti in questa prima parte della norma?
Questa prima parte della norma riguarda:

  • I progettisti che dovrebbero eseguire la progettazione esecutiva del nodo di posa in funzione del cantiere reale (situazione climatica - caratteristiche del serramento, del controtelaio e della parete)

  • I produttori di serramenti che potrebbero affiancare i progettisti proponendo un sistema per la posa in opera dei loro infissi coerente con la norma e soprattutto con le prestazioni certificate del loro manufatto (come era già previsto dalla norma UNI 10818:2015)

  • I produttori di materiali di sigillatura e riempimento che dovrebbero riportare nella scheda tecnica dei prodotti destinati alla posa dei serramenti, le caratteristiche richieste dalla norma in modo da rendere più agevole la corretta scelta da parte degli utilizzatori.

  • I posatori che, con l’allegato B, in caso di sostituzione dei serramenti (e quindi presumibilmente in assenza di un progettista), trovano un elenco di situazioni critiche che devono verificare e risolvere per evitare che la posa possa peggiorare le prestazioni termiche del serramento.

Quali nuovi scenari si aprono con questa norma?

  • Coloro che hanno una responsabilità nella posa in opera dei serramenti, (progettisti – serramentisti e posatori) potranno finalmente capire se la progettazione dei nodi e la loro esecuzione in cantiere è corretta, e se i materiali che acquistano ed impiegano sono adeguati.

  • In caso di contenziosi e reclami il giudice avrà una linea guida fornita dalla norma per capire chi ha torto e chi ha ragione e di chi sono le responsabilità.

  • Nei capitolati di fornitura e posa dei serramenti si potrà fare riferimento a questa norma per definire in modo corretto come dovrà essere eseguito il lavoro di installazione.

Questa Norma è dunque destinata a modificare sensibilmente tutto il contesto della posa in opera dei serramenti.


Come al solito ci vorrà molto tempo prima che tutta la filiera della progettazione, costruzione e posa dei serramenti si adegui ma questa novità costituirà da subito un forte elemento distintivo per coloro che per primi studieranno questa nuova regolamentazione e sapranno applicarla ai propri lavori.


Infine, al termine di questa premessa e prima di iniziare gli approfondimenti sulla norma, desideriamo chiarire che i prodotti ed i sistemi PosaClima offrono al progettista ed all’utilizzatore una valida soluzione per rispettare la norma, come spiegheremo dettagliatamente nel seguito di questo breve manuale.


PosaClima è socio UNI ed è rappresentata al massimo delle sue competenze nella commissione che scrive la norma, dove ha svolto un ruolo determinante.
All’interno del gruppo GL12, PosaClima ha portato la sua grande esperienza e professionalità, maturata non solo in Italia ma in un quadro europeo, ed ha potuto così collaborare con gli altri attori a scrivere un documento di alta valenza tecnica.


La sua partecipazione alla scrittura della norma agevola ed accredita il team PosaClima nello spiegarne i contenuti.

 

INDICE - ARGOMENTI TRATTATI

PREMESSA: LA NORMA UNI 11673 - PARTE 1

CAPITOLO 1: Scopo e campo di applicazione
CAPITOLO 2: Riferimenti normativi
CAPITOLO 3: Termini e definizioni
CAPITOLO 4: Aspetti generali ed indicazioni progettuali

Paragrafo 4.1: Aspetti generali

Paragrafo 4.2: Indicazioni progettuali 
CAPITOLO 5: Criteri e requisiti specifici del giunto di posa

Paragrafo 5.1: Isolamento termico

Paragrafo 5.2: Isolamento acustico 

Paragrafo 5.3: Infiltrazioni d'aria

Paragrafo 5.4: Tenuta all'acqua

Paragrafo 5.5: Resistenza meccanica

Paragrafo 5.6: Durabilità e manutenibilità

Paragrafo 5.7: Composti organici volatili (VOC) indoor e sostenibilità

Paragrafo 5.8: Traspirabilità del giunto

RIASSUNTO DEL CAPITOLO 5: I commenti e le soluzioni

CAPITOLO 6: Requisiti base dei materiali di sigillatura, riempimento ed isolamento.

Paragrafo 6.1: Prestazioni base dei materiali

Paragrafo 6.2: Impiego dei materiali e componenti
RIASSUNTO DEL CAPITOLO 6: I commenti e le soluzioni

CAPITOLO 7: Prestazioni degli accessori e componenti
LE APPENDICI DELLA NORMA (A-B-C)

AUTORI

Dott. Paolo Ambrosi - Docente CasaClima sui serramenti e sulla posa ad alta efficienza energetica. Responsabile Ricerca e Sviluppo Ambrosi Partner Srl, Direttore Scientifico Sistema PosaClima
Dott. Nicola Straudi - Membro della Commissione UNI CT033/GL12, Direttore Commerciale PosaClima

Versione E-BOOK pdf

Prezzo di copertina € 25,00 IVA inclusa

Versione STAMPATA

Prezzo di copertina € 28,00 IVA inclusa

Spese di spedizione € 10,00 IVA inclusa

GUIDA ALLA LETTURA DELLA NORMA UNI 11673-1: POSA IN OPERA DI SERRAMENTI
Contatti

Ambrosi Partner srl

Via Paludi 14/B

Trento, TN 38121

P.I. 02152400228

SDI: USAL8PV

info@ambrosipartner.com

Tel: 0461960286

© 2019 Ambrosi Partner srl - All Rights Reserved